conlavitaintasca



la mia tristezza


di alessandro maria jetti




E' un'angustia
lancinante in questo cuore,
quanto squallore
legato alla catena,
quanti bei sogni traditi
e di speranze
son chiusi gli occhi
vaganti alla penombra...
...e l'eco de' miei passi inutili
nella storia delle stanze vuote.





[da: "notturno, ore tre" ]






leggi qui i commenti








conlavitaintasca     idea e realizzazione di     ester margherita barbato      2006 - all rights reserved