conlavitaintasca



Il mio presepe

[Edizione 2005]






'' e lo depose in una mangiatoia''
[Luca: cap. 2, vers. 7]


La furia del mare si accaniva ancora contro il barcone, ma nella stiva le doglie erano finalmente cessate.
Nonostante le precarie condizioni, il parto era andato a buon fine ed ora il neonato tremava fra le braccia della madre. Incerta la loro sorte, sicura solo la loro tribolazione.
Nessuna stella in cielo a rischiarare la notte di un prodigio qualunque.


[25/12/2005]



lascia un tuo commento qui




conlavitaintasca     idea e realizzazione di     ester margherita barbato